News

20 Ottobre 2020

Da dipendenze patologiche a dipendenze generative: è possibile

Parte oggi presso l’Azienda Sanitaria Provinciale di Caltanissetta, e seguirà il 22 ottobre ad Enna, il progetto “Trasformare dipendenze patologiche in dipendenze generative”.

Il programma prevede la promozione di interventi di prevenzione e trattamentali, con la presa in carico individuale e di gruppo, dei soggetti sottoposti a misure e sanzioni di comunità, affetti da dipendenza da sostanze e di natura comportamentale, tecnologica e sessuale (droga, alcol, gioco d’azzardo, internet o social media e dispositivi elettronici, pornografia …). Per questi ultimi sono previsti percorsi di formazione e sostegno, allargati anche ai familiari, e l’attivazione di trattamenti specialistici da parte dei Ser.T. Il percorso informativo, rivolto a studenti delle quinte classi delle scuole superiori per i quali sono previsti percorsi di informazione, è articolato su quattro giornate per ogni modulo di lavoro.

L’iniziativa è frutto del protocollo d’intesa siglato il 13 ottobre scorso tra l’Ufficio di esecuzione penale di Caltanissetta-Enna, l’U.O.C. Dipendenze patologiche delle Aziende sanitarie provinciali di Caltanissetta e di Enna, la Polizia Stradale e la Polizia Postale di Caltanissetta e di Enna, l’Associazione “Casa Famiglia Rosetta” e l’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada (AIFVS onlus) di Caltanissetta.

Le azioni da implementare sia nelle scuole sia nelle comunità vedono come elementi innovativi il coinvolgimento della Polizia postale, che effettuerà azioni a sostegno sia della prevenzione primaria che secondaria nelle scuole e nei gruppi target dei soggetti ammessi alle misure e sanzioni di comunità e l’arteterapia come strumento terapeutico e riabilitativo dei soggetti target.

 

Protocollo d’intesa

 

Allegati

Da dipendenze patologiche a dipendenze generative: è possibile

Ultimi articoli

Bandi e Avvisi 8 Agosto 2022

PROGETTO – “Patto per la Giustizia di Comunità: dalla divergenza alla comunità inclusiva”

Realizzazione del progetto “Patto per la Giustizia di Comunità: dalla divergenza alla comunità inclusiva” da svolgersi nella città di Caltanissetta.

Rassegna Stampa 3 Agosto 2022

A Caltanissetta grande partecipazione per l’evento “Avrei voluto salvarlo. Dialogo letterario di strada sugli uomini maltrattanti” (video)

L’evento fa seguito al protocollo d’intesa firmato in questura per avviare i destinatari di ammonimento del questore, per atti persecutori e violenza domestica, a programmi di recupero Grande partecipazione ieri pomeriggio all’evento organizzato dalla cooperativa sociale Etnos “Avrei voluto salvarlo.

Rassegna Stampa 3 Agosto 2022

Caltanissetta, firmato il “Protocollo Zeus” e nel pomeriggio il dialogo letterario “Avrei voluto salvarlo”

Stamattina alle ore 10.00, nella sala Emanuela Loi della Questura, è stato firmato un protocollo d’intesa “per la prevenzione e il contrasto della violenza domestica e di genere attraverso la promozione ed attuazione di programmi di recupero degli autori di reato” tra la Questura, l’UEPE di Caltanissetta ed Enna e le cooperative sociali Etnos e CIPM.

Rassegna Stampa 26 Luglio 2022

Emergenza femminicidi, focus in Sicilia sui maltrattanti

Palermo, 5 febbraio 2020. Per una tutela più avanzata delle vittime di violenza occorre occuparsi anche del maltrattante: è questa la sfida al centro del modulo formativo il 6 e il 7 febbraio a Palermo destinato a operatori sociali e sanitari dell’UIEPE Sicilia, con la partecipazione di magistrati, forze dell’ordine, docenti universitari e istituzioni invitati dalla Fondazione Progetto Legalità onlus per favorire un approccio interistituzionale al contrasto alla violenza di genere.

torna all'inizio del contenuto